Premek Hi Tech è  stata valutata tra le migliori cento aziende del Friuli Venezia Giulia per maturità digitale, anche note come Fari Manifatturieri.

Lo siamo sulla base di un test, definito Digital Assessment, che la misura rispetto a ciascuna delle aree di processi formanti la catena del valore: progettazione e ingegneria, produzione, qualità, manutenzione, supply chain, logistica, risorse umane, marketing, customer care e vendite. Questo, prendendo in esame, inoltre, le seguenti dimensioni di analisi: esecuzione, monitoraggio e controllo, tecnologie, organizzazione.

 

Progetto Fari Manifatturieri

 

A monte, il lavoro del Polo Tecnologico di Pordenone che, in collaborazione con il centro di formazione esperienziale Lean Experience Factory 4.0 e con Diex di Industry Platform 4 FVG, il primo digital innovation hub esperienziale, ha dato il via al progetto “Fari Manifatturieri”, volto a individuare le imprese del Friuli Venezia Giulia in grado di esercitare un ruolo guida nei confronti delle altre nel processo di trasf6ormazione digitale. Tutto ciò secondo una roadmap articolata in tre tappe: la prima ha fatto emergere le migliori cento; le due successive opereranno un’ulteriore scrematura, portandole dapprima a quaranta e infine a dieci.

L’analisi ha rilevato nello specifico che:

  • il nostro livello di digitalizzazione è molto elevato in termini sia di digital readiness sia di digital connectivity, con particolare riferimento alle aree della produzione e della qualità, che rappresentano il nostro core business;
  • riserviamo speciale attenzione alle competenze delle risorse umane e al monitoraggio delle prestazioni delle stesse, gestendole su supporti digitalizzati;
  • l’innalzamento dei livelli di efficienza nelle operations, con investimenti nella linea produttiva, è un driver essenziale nel nostro valore d’impresa;

la digitalizzazione realizzata fino a oggi è un’ottima piattaforma per successivi sviluppi e può essere ulteriormente migliorata, per “ondate tecnologiche”, estendendola ad altre aree e introducendo strumenti intelligenti, capaci di sfruttare in modo analitico la ricchezza dei dati digitali di cui disponiamo.

I punti di forza emersi in funzione dei processi sono i seguenti:

  • Design & Engineering
    • Progetto del pezzo digitalizzato, compresa BOM e gestione delle modifiche
    • Gestione digitalizzata e trasparente delle non conformità
  • Production Management
    • Pianificazione della produzione digitalizzata e condivisa tra le funzioni
    • Gestione ordini di lavoro digitalizzata con cicli, lista materiali e istruzioni di lavoro
  • Quality Management
    • Controlli di qualità definiti digitalmente e ben visibili, con alert automatici di non conformità
    • Control tower digitale di parametri e impianti
  • Maintenance Management
    • Piano di manutenzione per impianto digitalizzato
    • Operazioni di manutenzione codificate e descritte digitalmente
  • Logistics Management
    • Gestione digitalizzata del magazzino materie prime e del magazzino attrezzature, con controllo dello stato di usura delle stesse
  • Supply Chain Management
    • Processo di demand planning digitalizzati con buona visibilità temporale e utilizzo di dati storici e previsionali
  • Human Resource Management
    • Processo di valutazione delle competenze digitalizzato e trasparente

Che dire? In Premek Hi Tech la gratificazione conseguente alla soddisfazione del cliente è sempre giunta puntuale. A questa si aggiunge ora, sotto forma di report particolareggiato dell’ottimo livello di digitalizzazione raggiunto dall’azienda, la gratificazione generata dal giudizio positivo di un centro di eccellenza che promuove lo sviluppo tecnologico del territorio.

Del risultato faremo tesoro, augurandoci al contempo che il nostro cammino verso l’avvenire della cosiddetta “fabbrica automatica”, iniziato oltre tre anni fa (prima perciò, ci teniamo a sottolinearlo, del varo del Piano Nazionale Impresa 4.0 con relativi contributi e agevolazioni), ci conduca a ottenere quelli che – considerando anche le impressioni molto favorevoli suscitate in chi ha compiuto le verifiche e raccolto i dati necessari per valutare la nostra azienda – sarebbero ulteriori riconoscimenti, da sommare ai miglioramenti che ci attendiamo dal punto di vista delle performance di qualità e produttività.